vespasianoVESPASIANO (69 – 79 d.C.)

Nato nel 9 d.C. Flavio Vespasiano, primo Imperatore di famiglia non patrizia ed espressione della piccola borghesia del circondario, emerse come uno fra i più valenti comandanti militari durante i regni di Claudio e di Nerone, dal quale ricevette importanti incarichi di governo in varie province dell’Impero. Nel corso della crisi istituzionale seguita alla morte di Nerone, egli rimase in oriente, ove si trovava per l’incarico conferitogli, e non partecipò alle faide di potere per la successione.La sua candidatura, emersa all’interno degli ambienti militari, fu subito universalmente accettata ed egli, richiamato a Roma, vi fece il suo ingresso nel 69 d.C. già nella veste di Imperatore, inaugurando così una prassi di ingerenza dell’esercito nella vita politica che diverrà la norma nei secoli successivi.Dopo alcuni mesi di stabilizzazione della situazione, Vespasiano diede inizio ad un periodo di pace e di buona amministrazione, dedicandosi a dare al potere imperiale una veste costituzionale precisa che, pur senza mortificarle totalmente, metteva fine alle istituzioni repubblicane, ormai ridotte a puro simulacro. Risanate le finanze dello stato, attraverso l’eliminazione di privilegi fiscali concessi dai suoi predecessori per ingraziarsi il favore popolare, egli diede il via ad un vasto programma di opere pubbliche sia in Roma sia nelle province, fra le quali la più nota è l’Anfiteatro Flavio, detto Colosseo, che sarà terminato solo dopo la sua morte.Vespasiano morì nel 79 d.C. all’età di 69 anni.La sua monetazione segue i canoni della riforma introdotta da Nerone, fatto salvo il titolo del Denaro d’argento che, durante il suo regno, scende ulteriormente al valore di 850.

Torna all’elenco degli imperatori >