traianoTRAIANO (98 – 117 d.C.)

Traiano nacque in Spagna nel 53 d.C. da una famiglia locale di antiche origini, ma non romana, e fu quindi il primo Imperatore di origine provinciale. Come molti suoi predecessori, si mise in luce per le sue qualità di comandante militare e ascese al trono nel 98 d.C. fra il consenso generale.Egli non deluse le aspettative sia in campo civile, ove meritò l’appellativo di “optimus princeps”, sia in campo militare, diede prove di grandissimo valore, tanto che il suo regno è considerato uno dei migliori della storia non solo romana.Durante i suoi 19 anni di governo, Traiano portò l’Impero alla sua massima estensione territoriale, con innumerevoli campagne militari di successo, di cui ci resta tangibile memoria nella Colonna Traiana in Roma, stupenda opera artistica e tecnologica, sopravvissuta quasi intatta fino ai nostri giorni. Altrettanto innumerevoli sono le opere pubbliche, strade, ponti, porti, acquedotti, di cui Traiano promosse la costruzione in tutto l’Impero.Morì nel 117 di una malattia contratta nel corso di una spedizione militare in oriente e le sue ceneri furono portate trionfalmente a Roma e deposte all’interno della Colonna, che assunse quindi anche la funzione di monumento sepolcrale.Con Traiano ebbe inizio il periodo più luminoso della storia di Roma, destinato a durare poco meno di 100 anni.Sul piano monetario, Traiano, dando ulteriore prova di realismo e di saggezza amministrativa, pone quasi subito fine ai velleitari tentativi di rivalutazione delle monete d’oro e d’argento messi in atto da Domiziano e ritorna stabilmente ai pesi determinati dalla riforma di Nerone.

Torna all’elenco degli imperatori >