teodosioTEODOSIO I (379 – 395 d.C.)

Nato nel 346 d.C. da una famiglia spagnola che vantava un’antica parentela con Traiano, Teodosio, in virtù delle sue qualità militari, fu nominato nel 379 d.C. Imperatore in oriente da Graziano, già Imperatore in occidente, secondo una ripartizione geografica del potere non definitiva, ma ormai consolidata.Abbracciato il cristianesimo nel 380 d.C., Teodosio proclamò un editto in base al quale tale religione diveniva culto ufficiale dell’Impero e si impegnò nella sua diffusione anche in occidente. Egli si prodigò in ogni modo per tenere in piedi l’Impero, spostandosi continuamente da oriente ad occidente per far fronte agli attacchi esterni ed alle sedizioni interne che ne minacciavano la sopravvivenza.Infine, nel 394 d.C., sconfitto l’ultimo suo competitore interno, Teodosio riunì per l’ultima volta in un’unica persona tutte le prerogative imperiali. Tuttavia tale situazione durò pochissimo, poiché l’anno successivo, con la sua morte prematura, l’Impero, per sua stessa disposizione testamentaria, fu diviso fra i suoi due figli in Impero d’Occidente, con capitale Roma, affidato ad Onorio, ed Impero d’Oriente, con capitale Costantinopoli, affidato ad Arcadio.Da questo momento l’Impero rimase per sempre diviso in due unità statali distinte, ciascuna con proprie leggi e regole di governo. L’Impero di Occidente si sfaldò ben presto dopo una lunga agonia di 80 anni, mentre quello di Oriente proseguì la sua vita per ben 10 secoli e mezzo e rappresentò a lungo la potenza egemone del mondo medioevale nel Mediterraneo.La monetazione di Teodosio non si discosta da quella della sua travagliata epoca e vede, accanto al Solido d’oro, che mantiene il suo peso teorico di gr. 4,54, una Siliqua d’argento ridotta ad un peso inferiore a gr. 2 ed una Maiorina Ridotta di bronzo del peso di circa gr. 6.

Torna all’elenco degli imperatori >