settimioSETTIMIO SEVERO (193 – 211 d.C.)

Nato nel 146 d.C., Settimio Severo emerse fra i comandanti militari nel corso del travagliato periodo seguito all’uccisione di Commodo.Proclamato Imperatore dai suoi soldati nel 193 d.C., in poco tempo sbaragliò i suoi concorrenti e fermò a oriente l’avanzata dei Parti, insediandosi stabilmente a Roma a partire dal 196 d.C.. Assicuratosi il potere, Settimio Severo inaugurò un fecondo periodo di pace, durante il quale ampliò la capitale e fece costruire importanti opere pubbliche anche nelle province.Nel 208 d.C., preoccupato per le continue scorrerie dei popoli all’interno del Vallo di Adriano, lasciò Roma con i figli Caracalla e Geta, da lui associati al potere, e si recò in Gran Bretagna trattenendovisi a lungo e risolvendo positivamente la difficile situazione con una serie di successi militari, ma trovandovi purtroppo la morte nel 211 d.C..Settimio Severo rimane fermamente ancorato al sistema monetario introdotto da Nerone, ma, come i suoi predecessori, non può arrestare la progressiva svalutazione del Denaro d’argento, che, durante il suo regno, scende ancora di titolo arrivando al valore di 600.