Marco AurelioMARCO AURELIO (161 – 180 d.C.)

Marco Aurelio, nato nel 121 d.C. da famiglia romana di antichissime origini, sposò la figlia dell’Imperatore Antonino Pio, che lo adottò e gli conferì il titolo di Cesare, designandolo alla sua successione, evento che si verificò nel 161 d.C..Il suo regno fu caratterizzato da una lunga serie di guerre difensive ai confini dell’Impero, che iniziava allora a manifestare i primi sintomi di quel lungo e lento sfaldamento che ne avrebbe decretato la fine tre secoli più tardi. Pur non essendo portato per natura all’esercizio delle virtù militari, le sue imprese furono coronate da grande successo per il favore, ed il seguito che seppe suscitare intorno a sè fra il popolo e nell’esercito, come testimonia la statua equestre che gli fu dedicata e che tuttora orna la piazza del Campidoglio in Roma.Adriano seppe esercitare il comando anche negli affari civili, mantenendo uno stile di vita sobrio e privo di arroganza, in linea con la profondità dei suoi studi, testimoniata ne “I pensieri”, meraviglioso libretto di meditazioni e riflessioni in lingua greca, una delle opere filosofiche più significative dell’antichità.La morte lo colse a Vienna all’età di 60 anni nel 180 d.C.; egli fu a lungo rimpianto, anche perché con la sua morte ebbe termine il periodo più luminoso della storia di Roma, inaugurato con il regno di Traiano quasi 100 anni prima.Dal punto di vista monetario, anche Marco Aurelio rimane fedele alla riforma introdotta da Nerone salvo che per la progressiva svalutazione del Denaro d’argento che, nel corso del suo regno, scende ulteriormente di titolo fino a raggiungere il valore di 750.

Torna all’elenco degli imperatori >