gordianoGORDIANO III (238 – 244 d.C.)

A partire dalla morte di Caracalla, il lento declino dell’Impero Romano subì un’accelerazione caratterizzata dalla progressiva perdita di territori periferici e dalla breve durata dei regni, generalmente conclusa con l’uccisione dell’Imperatore e dei suoi familiari a seguito di congiure o di insubordinazioni militari.Gordiano III, uno dei più significativi di questo periodo, fu acclamato Imperatore in età giovanissima, probabilmente intorno ai 13 anni; di lui non si conosce con certezza neppure l’anno di nascita. Anch’egli dovette fronteggiare attacchi esterni ed insurrezioni interne all’Impero, e il suo nome è legato soprattutto alla lunga e vittoriosa guerra contro l’esercito di Shapur I, re di Persia e fondatore della dinastia sassanide, che, giunto sulle sponde del Mediterraneo, minacciava di invadere la stessa Italia.Nel 244 d.C., mentre Gordiano era impegnato in oriente contro i Persiani, i suoi oppositori interni, temendone il consolidamento al potere per effetto delle sue vittorie, tagliarono i rifornimenti alle truppe combattenti fino a provocarne la rivolta, che si concluse con l’uccisione del giovane Imperatore.Per quanto riguarda la monetazione, durante il regno di Gordiano III vigeva ancora la riforma di Caracalla, ma con pesi ridotti, come, in assenza di fonti scritte, si desume dall’esame statistico delle monete pervenute fino a noi. Tale esame porta a definire come pesi teorici rispettivamente per l’Aureo gr. 5,45, per l’Antoniniano gr. 4,54 e per il Denaro d’argento gr. 3,03, mentre resta teoricamente invariato lo standard per il Sesterzio e le altre monete in lega di rame, anche se di fatto prosegue la loro diminuzione di peso e di diametro.E’ importante notare che, a partire dagli ultimi anni del regno di Gordiano III, l’Antoniniano, pur diminuendo progressivamente di titolo, resta l’unica moneta definibile d’argento, mentre il Denaro, ridotto nel titolo al solo valore di 50, diviene in brevissimo tempo una monetina di bronzo dal potere d’acquisto estremamente limitato.

Torna all’elenco degli imperatori >